Lamazuna nasce nel 2010 da un’idea di Laëtitia, ragazza francese nata a Vandea a metà degli anni ottanta. Ha avuto una grande idea: sostituire i cinque dischetti in cotone per rimuovere il make-up, gettati tutti i giorni in pattumiera insieme con tutti i prodotti che li accompagnavano (flaconi di sapone detergente, dentifrici, cotton fioc, creme...), con un prodotto semplice in microfibra ultra morbida che si può riutilizzare fino a 300 volte. Sì, un’idea formidabile, ma aveva bisogno di conferme. Così ha arruolato un gruppo di amici e li ha usati come tester. Hanno dovuto trovare un nome per il nuovo brand. Voleva che avesse dentro delle "a" e, se possibile, una parola in Swahili (come "Hakuna Matata"). Ma alla fine è stato Nika, il compagno di stanza georgiano, che ha trovato "Lamazuna" che significa "bella ragazza" nella sua lingua.

Prendono largo nuove idee e nascono nuovi prodotti: insoliti, pratici ma rivoluzionari e GREEN!!

Come dice Laëtitia

Questo è essere ecologici, non vuol dire essere militanti, ma giusto tornare al buon senso!